Food Wars: battaglie culinarie in salsa giapponese, aspettando MasterChef

Se siete già in fremente attesa delle sfide culinarie di MasterChef, Cucinare Meglio vi dà un consiglio insolito ma divertente: “Food Wars”, una serie di sfide culinarie a cartoni animati, anzi “anime” visto che si tratta di un prodotto giapponese ispirato a un manga, un fumetto di quelli che si leggono a partire dal fondo che stanno avendo fra i ragazzi un successo crescente e sotterraneo, come dimostrano le centinaia di migliaia di persone che frequentano Lucca Comics ogni anno a fine novembre, e le altre decine di fiere del fumetto in tutta Italia.



Trasmessa sottotitolata in contemporanea con il Giappone su Man-Ga (piattaforma Sky, canale 149) questa serie in originale si intitola “Shokugeki No Soma”, cioè Soma delle battaglie culinarie: shokugekinosoma.com.

Soma è il giovane protagonista, un ragazzino di quindici anni appartenente alla 92esima generazione di cuochi che lavora nel ristorante del padre Joichiro che però decide di trasferirsi negli Stati Uniti sfidando il figlio ad arrivare fino in fondo ai corsi dell'esclusiva scuola di cucina Totsuki.



Qui il giovane Soma incontra ragazzi e ragazze dotatissimi nell'arte culinaria, fra i quali spicca Erina Nakiri, che nonostante sia al primo anno di corso è già la studentessa migliore della scuola, al punto da essere chiamata “il palato di Dio”.

Il dettaglio della storia e delle puntate lo lasciamo scoprire a voi, quello che interessa a noi di Cucinare Meglio è parlarvi di questa ennesima modalità di rappresentazione del fenomeno “Foodie”, cioè della passione sfrenata del lato sensuale, coinvolgente, narrativo e sensuale di parlare di cibo, una modalità che va al di là della tradizionale ricetta per raccontare un mondo nella sua completezza.

Nel mondo della scuola di Elite di Food Wars la sensualità ha un posto predominante: l'anziana custode della scuola freme e sogna alla vista dei giovani aspiranti chef che insolentisce con una grinta che farebbe impallidire Gordon Ramsay, a volte nelle vasche da bagno i ragazzi e le ragazze fanno confusione sui turni, e uno dei giovani cuochi lavora sempre nudo, coperto a volte soltanto da un grembiule.



Cibo e sesso, insomma (qualcuno per questo anime ha parlato di foodgasm, specialmente guardando le animazioni che descrivono le paradisiache sensazioni provate all'assaggio dei cibi) sono entrambi argomenti che vanno per la maggiore sui canali satellitari e i più maliziosi dicono che più si guardano i programmi di cucina, meno si accendono i fornelli...



Blog a tema


Ma non è tutto: l'accuratezza con cui sono preparati e rappresentati i piatti delle varie sfide culinarie narrate nell'anime ha già fatto nascere siti in cui le ricette vengono riproposte dal vero. Il nostro preferito è questo anitay.kinja.com, in cui il blogger si agghinda anche con la fascia di Soma, il protagonista.

Scopo di questo blog è di provare se i piatti cucinati dal vero provochino in chi le assaggia le stesse reazioni che provocano nei protagonisti in due dimensioni, su una scala che va da zero a dieci, dove con dieci si intende l'esplosione degli abiti indossati in un'estasi globale che non coinvolge soltanto le papille gustative.

Le ricette


Se volete seguire la ricetta del Gotcha Pork della prima puntata, la trovate anche realizzata su Youtube:


L'accuratezza delle ricette, anche molto originali e creative, raccontate in Food wars è garantita da Morisaki Yuki, dietista, modella e celebrity chef di Osaka.



E non pensate che sia tutta Una roba giapponese: nel mondo del food, Expo 2015 ce lo insegna, Tutto il mondo è una ricetta: così nella scuola di Elite di Food Wars potrete vedere anche due gemelli di madre giapponese e padre italiano, che hanno lavorato nel ristorante di famiglia in Toscana.

La loro arma vincente è la capacità di mescolare tecniche da entrambe le cotture. E a noi di Cucinare Meglio questa cosa piace molto.

Voi che ne pensate? Guardate Food Wars ogni martedì su Man-Ga, e fatecelo sapere.
Articolo pubblicato il giorno 15 settembre 2015
Scritto da: Massimo Salomoni


Commenti a questo articolo

Non ci sono commenti. Inserisci tu il primo.

Ricevi una volta a settimana i suggerimenti per realizzare una ricetta ottima, sana e semplice.
OK

Calorie e alimentazione

Ricette con l'ingrediente del momento

Questa pagina è stata utile? Scrivi un commento: